Thienet
I primi 14 anni La rivista on-line di Thiene e dintorni Editor: Ferdinando Offelli   Webmaster: Fabio Costa
TEATRO
Thiene, Teatro Comunale

Gioele Dix racconta Edipo

I miti sono nella nostra vita
Sembra essere diventata una corrente del teatro italiano dei nostri anni quello di ‘raccontare i classici’; come dire che invece di mettere in scena un cupo drammone classico, oggi un attore o un’attrice sceglie di raccontarcelo, mescolando la recitazione alle sue considerazioni personali, nel tentativo di rendere attuale e significativa la vicenda.

Sull’onda di questa tendenza, al Teatro Comunale di Thiene, nell’ambito della 24 Stagione Teatrale, Gioele Dix ci ha presentato ‘Edipo.com’, per la regia di Sergio Fantoni. La vicenda, quella di Gioele non quella di Edipo, si svolge in una beauty farm dove, oggi è di moda, si va a rifarsi il fisico, nel vano tentativo di cancellare i segni dell’età. Qui alla presenza di un’infermiera che parla in italo-inglese, un attore fa le sue considerazioni sulla storia di Edipo re; alla ricerca di se stesso Edipo scopre che, per una ineluttabile profezia, aveva inconsapevolmente ucciso suo padre e altrettanto inconsapevolmente aveva sposato sua madre.

C’è nel racconto di Gioele Dix un tentativo di attualizzazione della vicenda con continui richiami alla realtà del presente, dell’uomo che cerca se stesso in una fabbrica di bellezza, con sullo sfondo qualche battuta polemica sull’attuale premier.

Così, tra una pillola e un bagno etrusco, viene coinvolta nel racconto anche l’infermiera che legge la parte di Giocasta, mentre verso la fine ce n’è anche per Sigmund Freud che ha scoperto in tutti noi un po’ del complesso di Edipo.

Ci sarebbe da fare qualche osservazione critica su questo tipo di operazione culturale un po’ border line, con cui, per renderli attuali e leggibili dal grande pubblico, si finisce in qualche modo per rischiare di banalizzare i classici; nulla del profondo tragico della tragedia di Sofocle si ritrova infatti in Edipo.com.

Ma preferiamo soffermarci sulla vivacissima e leggera recitazione di Gioele Dix che, ben diretto da Sergio Fantoni, ci ha divertito, pur senza offendere il buon gusto e risolvendo con una battuta le situazioni quando man mano che si caricavano di troppa intensità; ciò che avrebbe finito per stonare nell’atmosfera leggera e sulfurea in cui si svolge la narrazione. È sostanzialmente la misura con cui il tema di Edipo viene trattato, meglio dire raccontato, e l’amichevole recitazione di Gioele Dix che hanno permesso a questo Edipo.com di farci trascorrere una bella serata a teatro.

- 3 feb.04